Sadismo-Microcefalo-Ossessivo-.

domenica 1 ottobre 2017

Resistenza al Caldo del Bulldog Inglese.

Una relazione per lo piu' particolareggiata, intesa informare il pubblico sul Bulldog, non puo' eludere la sua scarsa Resistenza al Caldo e allo Sforzo Prolungato ai quali non e' in grado di opporsi con una azione contraria, contrastandone gli Effetti, concretizzandosi nella Incapacita' di Tollerare. Lo Sforzo Prolungato puo' essere causato da un' Attrazione e da una Sollecitazione Impulsiva che, nel Bulldog, deve concretizzarsi nella decisa, se pur sofferta, rinuncia ad emulare il Comportamento degli altri Cani, attraverso l' Uso del Buon Senso e dell' Esercizio, Assennato, assunto a Misura delle sue Attitudini. Il Bulldog Inglese, puo' mostrare Opposizione, se subisce dei Danni, che puo' assumere il Significato di aperta Resistenza, ma puo' essere, addirittura, Virtuoso per la sua Pazienza e mostrare la Capacita' di sostenere Condizioni Avverse e gli Effetti di determinate Sollecitazioni. Sin dal Medio Evo, il Bulldog Inglese, mostrava, nella Lotta, la sua Capacita' di opporsi all' azione del Toro, in corrispondenza di un piano difensivo, piu' o meno elaborato, definendo la sua Attitudine a contrastare, efficacemnte, il prodursi di determinati Effetti e conservando, attraverso alcuni Secoli, le sue Caratteristiche, Fisiche e Morali, rimanendo capace di ostacolare, in una certa misura, l' azione del Toro.